Giornata di stop per i lavoratori: il primo maggio

Benvenuti Zanichelli

Giornata di stop per i lavoratori: il primo maggio si celebra ogni anno nelle piazze delle piccole e grandi città con feste e concerti.  Noi riteniamo che ciò sia profondamente diseducativo e contribuisca non solo ad incoraggiare la già diffusa tendenza all’irrazionalità , ma anche a dare credibilità ad individui che traggono profitto da questa situazione Portiamo perciò avanti un’opera di informazione e di educazione rispetto a questi temi, per favorire la diffusione di una cultura e di una mentalità aperta e critica, e del metodo razionale e scientifico nell’analisi e nella soluzione dei problemi.

In Italia la festività fu soppressa durante il ventennio fascista – che preferì festeggiare una autarchica Festa del lavoro italiano il 21 aprile in coincidenza con il Natale di Roma – ma fu ripristinata subito dopo la fine del conflitto mondiale , nel 1945 Nel 1947 fu funestata a Portella della Ginestra ( Palermo ) quando la banda di Salvatore Giuliano sparò su un corteo di circa duemila lavoratori in festa, uccidendone undici e ferendone una cinquantina.

La Fondazione Istituto Tecnico Superiore nuove tecnologie per il Made in Italy di San Paolo d’Argon (BG) gestisce corsi di alta specializzazione tecnica, della durata di uno due anni, nei settori dei servizi alle imprese (marketing e internazionalizzazione delle imprese) e del sistema meccanica (prodotto e processo nel settore gomma e materie plastiche, disegno e progettazione industriale).

Giovane nato nel 1976 (sarà il più giovane direttore della storia di Raiuno, ma è un inedito anche l’arrivo di donne alla guida delle reti), un master ad Harvard, si è occupato di marketing, è esperto di nuovi media e insomma serve a rinfrescare l’immagine della rete, ma rigorosamente nella continuità di una rete molto strutturata dove non ha molto da rischiare.

Ciò sebbene in segreto apprezzassi la virata del nuovo Algoritmo dei Top Tweet verso un marketing più esplicito e sotto il profilo contenutistico decisamente più valido della precedente versione pseudogiovanilistica (ora Top Tweet era saldamente presidiato da account ufficiali di grosse realtà produttive, topblogger, giornalisti, ma anche qualche comune utente con una bella trovata virale e qualche fesseria ogni tanto).

Il lato che potrebbe essere divertente, non fosse che è insultante per il mio lavoro, è che io sono l’unica ricercatrice che ha presentato fior di documentazione nuova ed inedita a comprova di quanto ha scritto (ed infatti io ho scritto in base alla documentazione che ho trovato e non alla mia militanza”, che si esplica in modo diverso) ed in effetti sono l’unica ad essere tacciata come militante”.

festa-non-lavoro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...