Come È Nata La Festa Del Lavoro?

Come È Nata La Festa Del Lavoro?

Giornata di stop per i lavoratori: il primo maggio si celebra ogni anno nelle piazze delle piccole e grandi città con feste e concerti.  Proprio ieri, l’Istat ha tolto però gli ultimi dubbi: l’intervento in due tappe sul mercato del lavoro del governo non ha fatto miracoli Gli incentivi di 8 mila euro all’anno per tre anni per le nuove assunzioni hanno stabilizzato precari (bene, ma non sono posti nuovi) e l’indebolimento dell’articolo 18 sul reintegro in caso di licenziamento ingiusto non ha innescato un boom di occupazione.

A fronte di quanto accaduto in questi anni, tra inchieste, appalti manovrati da sistemi mafiosi, arresti per turbativa d’asta, azzeramenti del CdA, fino alla nomina di Cantone a presidente del comitato anticorruzione nel giugno 2014, a soli 11 mesi dall’inaugurazione, l’immagine di Expo è terrificante a causa dei danni inflitti dai suoi protagonisti.

Avranno anche un sacco di soldi, ci saranno anche dei preti pedofili, ci saranno tantissimi problemi e peccati nella Chiesa Cattolica come in tutte le parti del mondo, ma almeno la Chiesa Cattolica dei poveri e degli emarginati si interessa, e fa bene a farsi pubblicità: perché puoi essere pure ateo e pensare che l’evangelizzazione fatta così sia un’ottima idea.

Il vero significato di questo giorno è scritto nella storia degli uomini che hanno lottato, e sebbene oggi si sia perso il vero sentimento che fa del primo maggio un giorno speciale, questa data rimane impressa nella storia per essere stata il simbolo della lotta di quei lavoratori che hanno fatto valere i propri diritti pagando anche con la vita.

Negli anni Ottanta la repressione poliziesco-giudiziaria delle frange di sinistra del movimento (attuata ideologicamente dal PCI secondo il vecchio motto Niente alla mia sinistra, e niente che non possa controllare”), dopo la marcia dei 40.000 alla FIAT, il craxismo e soprattutto dopo il crollo del Muro di Berlino e dell’Impero Sovietico, restava ben poco dello spirito rivoluzionario” e difficilmente si potevano vendere ai giovani gli ideali socialisti.<img class=’alignleft’ style=’float:left;margin-right:10px;’ src=”http://www.ilpaesedeibambinichesorridono.it/images/home_page/7_papa.jpg” width=”265″ alt=””/>

L’organizzazione di un primo maggio come quello del 1906 in Francia — dalla campagna per le otto ore condotta dalla CGT alla dura prova di forza tra gli operai e il blocco padronalegovernativo, scatenata anche dalla eco del tragico incidente minerario accaduto presso Courriéres nei giorni immediatamente precedenti e protrattasi per diverse settimane dopo il primo maggio — non sarà più ripetuta nell’epoca della Seconda Internazionale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...