Le Origine Anarchiche Del Primo Maggio La Storia Italiana Festa Del Lavoro

I datori di lavoro illuminati sono pochi, c’è sempre chi trova nuovi modi per sottopagare il lavoro. Vi risparmio la narrazione della serie di dadaistiche provocazioni che inscenammo: accorate lettere aperte ( -aperta-di-gilda35-a-twitterit-libera-luccellino-azzurro ), sottoscrizioni via retweet, sitin virtuali contro @toptweets_it… Ovviamente il DADA che è in noi si scatenò furibondo e trasformammo la vicenda in una assurda farsa per dileggiare i continui appelli contro la censura, che circolavano in quei giorni su Twitter (no al bavaglio” su tutti).

In merito ai tuoi quesiti: 1) sì, è ammissibile anche il noleggio; 2) la documentazione da produrre, in caso di noleggio, sarà data dalla fattura che farà chi vi noleggia il bene; 3) la fattura dovrà riportare la suddivisione dei costi: valore del bene, spese di manutenzione e costo del noleggio; 4) le spese di manutenzione sono tra le spese ammissibili, quindi rendicontabili; 5) le spese di noleggio puro no (come per gli interessi e le spese per il leasing) manola.

Io non ho la monomania delle foibe (comportamento piuttosto ascrivibile ad altri, questi sì, pseudo studiosi dell’argomento), faccio ricerche ed ho scritto su molti altri temi, dalla storia della Resistenza e del collaborazionismo al confine orientale, alla strategia della tensione e del neofascismo, come si può agevolmente vedere visitando il mio sito.

Sono previsti cortei e manifestazioni unitarie dei lavoratori organizzate dalle principali sigle sindacali italiane (CGIL, CISL, UIL) in tutte le piazze d’Italia per il 1 Maggio 2015 per discutere sulla storia e il significato della Festa del Lavoro e per ribadire la centralità del lavoro nella vita della democrazia, per meditare sui diritti degli uomini e delle donne.

Dall’Asia alle Americhe, il Museo Storico dei Lucchetti parla al visitatore di Arte, Tecnologia, Antropologia, Storie e soprattutto Passione, la passione che il creatore del Museo, il Colleionista Vittorio Cavalli, ormai novantenne, ha impegnato nella realizzazione di un’opera più unica che rara, e che proprio per questo motivo sta riscuotendo grande successo anche internazionale.

In questo modo gli alunni diventano autori e co-producono conoscenza e l’insegnante assume un ruolo di facilitatore-regista dell’apprendimento: predispone i materiali, guida gli alunni in classe a utilizzare questo nuovo strumento, compone i gruppi, assegna i compiti collaborativi, struttura i ruoli (che devono essere sperimentati tutti a turno da tutti i ragazzi), ma lascia largo margine di organizzazione al gruppo su come portare avanti il proprio lavoro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...