Festa Del Lavoro, Come Mai È Il Primo Maggio

Ma in questo giorno dovrebbe far male a tutti lo sporco di corruzione, di ingiustizia, di ricerche che si sfiniscono davanti a porte chiuse. Qualche giorno dopo, il 1° maggio del ’45, i lavoratori e i partigiani scesero in piazza a festeggiare non solo la ricorrenza del 1° maggio ma anche la libertà italiana dal regime tedesco. Nel primo caso, quello della festa dei lavoratori, essi festeggiano se stessi come categoria internazionale e maggioritaria a prescindere da ogni considerazione di merito sul lavoro come concetto. Google torna a realizzare un logo celebrativo della festa del lavoro a due anni di distanza dall’ultimo (lavoratori stilizzati attorno alle lettere).

In diverse località, per incoraggiare la partecipazione del maggior numero di lavoratori, si è infatti deciso di far slittare la manifestazione alla giornata festiva. In America infatti, i turni di lavoro erano molto estenuanti e prevedevano turni di lavoro che, in alcune occasioni, raggiungevano e superavano anche le otto ore. Le Organizzazioni Sindacali ritengono opportuno conferire mandato all’Assessore sulla possibilità di costituire un tavolo unico con le altre due regioni Emilia Romagna e Lombardia che tenga insieme tutti i soggetti del Quadrilatero Padano. Uno stile più pop che trova il suo perfetto contraltare nel secondo lavoro nonché primo album, ‘Motori e Introspezioni’, un’opera composta quasi solamente dal duo chitarra-batteria, con omaggi a Charles Baudelaire e a Franco Battiato, un inno rock-folk al minimalismo che si esplica perfettamente nell’album ‘La Trasformazione’.

In Europa la festività del primo maggio venne ufficializzata dai delegati socialisti della Seconda Internazionale che si riunirono a Parigi nel 1889 e la ratificarono in Italia due anni dopo. La dimensione ludica della lotta di classe era una delle tesi di operaisti buontemponi negli anni 70. L’Italia, del resto, è un eterno laboratorio sociale e solo qui il sindacato si è trasformato in impresario teatrale con i quattrini non degli associati, ma di tutti i contribuenti. TARGET nel suo insieme rimane chiuso i sabati e le domeniche e nei giorni di Capodanno, venerdì santo e lunedì di Pasqua (conformemente al calendario adottato presso la sede della BCE), 1o maggio (festa del lavoro), Natale e 26 dicembre. In Italia la festa si celebra dal 1 maggio del 1891, e dopo la sospensione attuata a causa del periodo fascista, la stessa fu ripristinata nel 1945 e rimane tutt’oggi in vigore. Anche se io preferisco chiamarla con l’altra dicitura possibile, Festa dei lavoratori.

Bisogna infatti tener conto del fatto che fino alla metà del XIX secolo gli operai erano privi di qualsiasi diritto sul posto di lavoro: potevano arrivare a prestare servizio anche per 16 ore al giorno, in condizioni socio-sanitarie vergognose, e non di rado perdevano la vita. Nuove sperimentali metodologie per misurare qualità, produttività in ogni sito, che vedranno le RSU coinvolte in ogni fase della organizzazione del lavoro. Allora ci sarà più libertà sul posto di lavoro per chi lavora e più certezze per chi il lavoro non lo ha ancora. Il lavoro è l’esplicazione normale delle facoltà umane, fisiche, morali, spirituali! All’indomani della Liberazione, il 1 maggio 1945, partigiani e lavoratori, anziani militanti e giovani che non hanno memoria della festa del lavoro, si ritrovano insieme nelle piazze d’Italia in un clima di entusiasmo.

Non tutta l’America, dove nacque appunto il concetto di festa del lavoro con conseguente ottenimento dei diritti dei suddetti lavoratori, avvenne in maniera pacifica. Conferma dell’impegno di Safilo a considerare l’utilizzo di lavoro a tempo determinato, come una costante necessaria alla tipologia della propria attività, ma che il suo utilizzo costituisce una eccezione e che per Safilo rimane il contratto a tempo indeterminato, lo strumento ideale. Gli avvenimenti risultano essere due: il primo di essi consiste nell’ottenimento, a livello mondiale, dei diritti del lavoro, ovvero la riduzione delle ore lavorative che passarono dall’essere dodici, ed in alcuni casi quattordici, ad otto ore lavorative distribuite su cinque-sei giorni. La festa del lavoro negli Usa reca con sè divertenti eventi folkloristici lungo le vie della città, che si estendono a tutto il fine settimana precedente la ricorrenza. I cookie sono piccoli file produtti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell’utente tramite il browser quando lo si visita. Durante il ventennio fascista, nel 1923, il primo maggio venne abolito e la festa dei lavoratori si sovrappose al cosiddetto Natale di Roma (che cadeva il 21 aprile), anniversario della fondazione della Capitale nel 753 a. C, ma nel 1947 la festa del lavoro tornò ad essere ufficialmente festa nazionale. Le trasformazioni sociali, il mutamento delle abitudini ed anche il fatto che al movimento dei lavoratori si offrono altre occasioni per far sentire la propria presenza, hanno portato al progressivo abbandono delle tradizionali forme di celebrazione del 1 maggio. Il mughetto, chiamato anche Giglio della valle, è una pianta originaria del Giappone e presente in Europa fin dal Medioevo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...